Autore Topic: Impedito una rivoluzione contro-natura  (Letto 4734 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mtty

  • La vecchia guardia Forum F1
  • F1
  • **
  • Post: 7439
  • Thank You: 422 / 214
    • Mostra profilo
  • Pilota: Sebastian Vettel
  • Scuderia: Ferrari
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #25 il: 28 Febbraio 2016, 21:00:07 »
una coppia tradizionale ricorre a quella soluzione quando uno o tutti e due partner hanno "problemi"
quindi mentre per una coppia tradizionale questa soluzione scientifica sarebbe una soluzione ad un "problema" per le coppie gay invece sarebbe la normalità in quanto è l'unico modo per avere un figlio

sarebbe la soluzione al problema:

- coppie etero: due persone che si amano ma uno dei due non può avere figli
- coppia gay: due persone che si amano ma uno dei due non può avere figli

;)

Offline fabio336

  • La vecchia guardia Forum F1
  • F1
  • *****
  • Post: 14029
  • Thank You: 257 / 450
    • Mostra profilo
  • Pilota: Fettel
  • Scuderia: Ferrari
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #26 il: 28 Febbraio 2016, 21:09:52 »
sarebbe la soluzione al problema:

- coppie etero: due persone che si amano ma uno dei due non può avere figli
- coppia gay: due persone che si amano ma uno dei due non può avere figli

;)
non proprio
a meno che vuoi far passare la coppia gay come "problema / malattia ecc..."
Account  deMassizzato

Offline Top Fuel

  • GP3
  • *****
  • Post: 3603
  • Thank You: 158 / 212
  • Ce la farò.
    • Mostra profilo
  • Pilota: John Force
  • Scuderia: Ferrari
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #27 il: 29 Febbraio 2016, 00:12:31 »
Che ci siano non vuol dire siano giusti.  I bambini non sono diritti né sfizi.  Addirittura ho letto che vorrebbero concederne l'affidamento a single? Io ci vedo declino non progresso. Ognuno fa le sue scelte nella propria vita.  Essere o scoprire o diventare omosessuale implica la non possibilità di avere figli. Non perché lo dice dio o la religione, per natura. E dire "voglio un figlio"  e lo specchio della degenerazione dell'apparire e della futilità della società di oggi. Come se Andrea Bocelli volesse pilotare un aereo e qualcuno vuol fare una legge per non "discriminarlo".
Regolamentare i diritti di persone sia etero che omo in base alle loro scelte da adulti era un diritto ed un dovere. 
I bambini, ripeto, non sono un diritto.

 :ave: :ave:
Dear youtube administrators, your search bar is broken. When I type the letter "J" it appears justin bieber when it should appear Jimi Hendrix. Fix this, please.

Offline Darth "Turbo" Platypus

  • Triumviro
  • F1
  • *
  • Post: 18635
  • Thank You: 712 / 521
  • Passa al lato oscuro Nikka è una bravissima cuoca!
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #28 il: 29 Febbraio 2016, 09:55:21 »
Che ci siano non vuol dire siano giusti.  I bambini non sono diritti né sfizi.  Addirittura ho letto che vorrebbero concederne l'affidamento a single? Io ci vedo declino non progresso. Ognuno fa le sue scelte nella propria vita.  Essere o scoprire o diventare omosessuale implica la non possibilità di avere figli. Non perché lo dice dio o la religione, per natura. E dire "voglio un figlio"  e lo specchio della degenerazione dell'apparire e della futilità della società di oggi. Come se Andrea Bocelli volesse pilotare un aereo e qualcuno vuol fare una legge per non "discriminarlo".
Regolamentare i diritti di persone sia etero che omo in base alle loro scelte da adulti era un diritto ed un dovere. 
I bambini, ripeto, non sono un diritto.


Effettivamente il tuo ragionamento non fa una piega

però chi se lo può permettere va all'estero e dopo tot mesi torna a casa con un bebè
a questo punto cosa si fa?   :look:


:ave: :ave:

State andando fuori tema: la stepchild adoption non consentiva l'adozione "libera" per le coppie omosessuali o la libertà di ricorrere a madri surrogate; la stepchild adoption avrebbe permesso l'adozione del figlio del partner, quindi avrebbe regolarizzato la posizione di bambini che vivono già all'interno di una coppia omosessuale.

Non approvandola, non si è impedito che le coppie omosessuali non possano avere figli, ma si è evitato di dare dei diritti a dei bambini.


E' stata una mera propaganda dire: "abbiamo impedito che le coppie omosessuali possano avere figli"
No, avete impedito che dei bambini che vivono all'interno di una coppia omosessuale (e in italia il loro numero dovrebbe essere intorno al migliaio) non abbiano alcuna sicurezza nel caso in cui dovesse succedere qualcosa al genitore biologico col quale vivevano
« Ultima modifica: 29 Febbraio 2016, 09:58:55 da Darth "Turbo" Platypus »
Forum F1
Corsini, prova a chiudere questo

Quando la forza il culo contrasta, vince il culo e la forza non basta

Offline Darth "Turbo" Platypus

  • Triumviro
  • F1
  • *
  • Post: 18635
  • Thank You: 712 / 521
  • Passa al lato oscuro Nikka è una bravissima cuoca!
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #29 il: 29 Febbraio 2016, 09:57:33 »
@BIK:

conosco diverse persone che non sono sposate ma hanno figli, ed alcune si sono dovute unire in matrimonio civile per evitare problemi ai figli ed al coniuge in caso di morte.

Mah, guarda, non capisco perchè al giorno d'oggi molte persone (specialmente i più giovani) sono spaventati dalla parola matrimonio.
Alla fine queste unioni civili omosessuali (al netto dell'adozione del figlio del partner che è stata solo una scelta politica senza nessun senso ed è facilmente aggirabile) garantiscono gli stessi diritti/doveri del matrimonio etero ad accezione dell'obbligo di fedeltà, eppure molte persone chiedono il riconoscimento di questo rapporto anche per le coppie etero. Hanno paura del vincolo di fedeltà o della parola matrimonio?
Se l'istituto del matrimonio come esiste adesso si fosse chiamato unione civile, IMHO, i matrimoni in italia sarebbero triplicati
Forum F1
Corsini, prova a chiudere questo

Quando la forza il culo contrasta, vince il culo e la forza non basta

Offline Bik

  • La vecchia guardia Forum F1
  • GP3
  • *
  • Post: 2092
  • Thank You: 511 / 165
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #30 il: 29 Febbraio 2016, 10:27:22 »
@BIK:

Mah, guarda, non capisco perchè al giorno d'oggi molte persone (specialmente i più giovani) sono spaventati dalla parola matrimonio.

Non è detto che siano spaventati, magari non credono nel matrimonio, pensano semplicemente che possono vivere assieme senza complicazioni o formalismi.
58  Marco nel cuore  58
Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui - F. Nietzsche
Le opinioni sono come le palle. Ognuno ha le sue - Clint Eastwood
Non ti fidare mai, non sono gli uomini a tradire sai, ma i loro guai - Vasco Rossi

Offline MarColas

  • La vecchia guardia Forum F1
  • GP2
  • *****
  • Post: 6231
  • Thank You: 141 / 388
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #31 il: 29 Febbraio 2016, 10:45:59 »
Che ci siano non vuol dire siano giusti.  I bambini non sono diritti né sfizi.  Addirittura ho letto che vorrebbero concederne l'affidamento a single? Io ci vedo declino non progresso. Ognuno fa le sue scelte nella propria vita.  Essere o scoprire o diventare omosessuale implica la non possibilità di avere figli. Non perché lo dice dio o la religione, per natura. E dire "voglio un figlio"  e lo specchio della degenerazione dell'apparire e della futilità della società di oggi. Come se Andrea Bocelli volesse pilotare un aereo e qualcuno vuol fare una legge per non "discriminarlo".
Regolamentare i diritti di persone sia etero che omo in base alle loro scelte da adulti era un diritto ed un dovere. 
I bambini, ripeto, non sono un diritto.


Innanzitutto, l'omosessualità (come pure l'eterosessualità) non è una scelta.

Quindi, se parliamo di scelte, bisognerebbe semmai impedire a persone che decidono di avere un figlio quando ormai è tardi di poterlo fare. A Carmen Russo o a Gianna Nannini, per esempio.
Se invece parliamo di "natura", allora bisognerebbe vietare la fecondazione assistita tout court.

Invece la fecondazione assistita non è vietata agli eterosessuali attempati, e nemmeno agli eterosessuali con problemi che impediscono la procreazione "naturale", e nemmeno agli eterosessuali (o presunti tali) single, e nemmeno a persone come Gianna Nannini che rientrano in più di una delle categorie precedenti. Nei casi famosi nasce un dibattito, molti esprimono dubbi e critiche (in alcuni casi anche il sottoscritto), ma nessuno si sogna di impedire a queste persone di fare figli.

Mi sembra allora che il vero "problema" sia l'omosessualità. Ci metto le virgolette perché per me non lo è.




Comunque, tutto questo, come giustamente sottolinea pecora, è fuori tema rispetto al topic, perché le adozioni e la procreazione sono due cose diverse.
« Ultima modifica: 29 Febbraio 2016, 10:48:40 da MarColas »

Offline MarColas

  • La vecchia guardia Forum F1
  • GP2
  • *****
  • Post: 6231
  • Thank You: 141 / 388
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #32 il: 29 Febbraio 2016, 11:02:25 »
edit

(errore)
« Ultima modifica: 29 Febbraio 2016, 11:06:12 da MarColas »

Offline ColdHeart

  • Kartista
  • *****
  • Post: 475
  • Thank You: 55 / 51
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #33 il: 29 Febbraio 2016, 12:12:38 »


State andando fuori tema: la stepchild adoption non consentiva l'adozione "libera" per le coppie omosessuali o la libertà di ricorrere a madri surrogate; la stepchild adoption avrebbe permesso l'adozione del figlio del partner, quindi avrebbe regolarizzato la posizione di bambini che vivono già all'interno di una coppia omosessuale.

Non approvandola, non si è impedito che le coppie omosessuali non possano avere figli, ma si è evitato di dare dei diritti a dei bambini.


E' stata una mera propaganda dire: "abbiamo impedito che le coppie omosessuali possano avere figli"
No, avete impedito che dei bambini che vivono all'interno di una coppia omosessuale (e in italia il loro numero dovrebbe essere intorno al migliaio) non abbiano alcuna sicurezza nel caso in cui dovesse succedere qualcosa al genitore biologico col quale vivevano
A parte che i giudici possono liberamente dare questo "diritto".  Io vieterei proprio la possibilità. Quindi se un padre con un figlio di due anni muore il figlio dovrebbe andare al compagno, un perfetto sconosciuto quando magari ci sono i genitori paterni o la stessa madre biologica a volerlo?

Inviato dal mio HUAWEI GRA-L09 utilizzando Tapatalk


Offline Darth "Turbo" Platypus

  • Triumviro
  • F1
  • *
  • Post: 18635
  • Thank You: 712 / 521
  • Passa al lato oscuro Nikka è una bravissima cuoca!
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #34 il: 29 Febbraio 2016, 12:29:58 »
Non è detto che siano spaventati, magari non credono nel matrimonio, pensano semplicemente che possono vivere assieme senza complicazioni o formalismi.

questi sono gli obblighi che derivano dal matrimonio:

Citazione
Principio di eguaglianza nella famiglia: i coniugi sono in posizione di perfetta eguaglianza. Di conseguenza le decisioni sulla vita familiare sono prese in accordo tra loro ( art. 144 c.c.) e solo in caso di disaccordo l'articolo 145 del codice civile permette l'intervento del giudice per risolvere le controversie, intervento richiesto da uno dei coniugi senza particolari formalità;

Obbligo reciproco di fedeltà: la fedeltà va qui intesa non solo come astensione dei rapporti sessuali con persone diverse dal coniuge, ma anche come dedizione spirituale che deve essere riservata principalmente al coniuge. In altre parole sarà violato l'obbligo di fedeltà anche nel caso in cui si preferisca avere rapporti personali privilegiati con persone diverse dal coniuge;

Obbligo di assistenza morale  materiale e di collaborazione: nel rispetto di questi obblighi si coglie forse uno degli aspetti essenziali del matrimonio; i membri della coppia, infatti, non decidono solo di vivere insieme per soddisfare esigenze personali, ma anche per venire l'uno incontro alle necessità dell'altro, e per decidere di indirizzare in maniera unitaria il cammino della loro vita. L'obbligo di assistenza, infatti, deve essere osservato ogni qual volta uno dei coniugi si trovi in difficoltà, difficoltà sia di natura morale sia di natura materiale. Non sfugge che tale obbligo ha contenuto sicuramente più ampio rispetto a quello che incombe sul coniuge nel prestare gli alimenti (art. 443 c.c.). Il diritto all'assistenza morale e materiale cessa con allontanamento senza giusta causa dalla residenza familiare (art. 146 c.c.). Per giusta causa si può intendere esistenza di fatti tali da rendere intollerabile la convivenza in presenza dei quali il diritto all'assistenza morale e materiale viene meno. L'articolo 146, inoltre, considera giusta causa di allontanamento la proposizione della domanda si separazione, annullamento del matrimonio o di divorzio;

Obbligo di coabitazione e di contribuzione: i coniugi devono risiedere" sotto lo stesso tetto", luogo dove fissano la residenza familiare; sono inoltre obbligati a contribuire ai bisogni della famiglia in proporzione alle proprie capacità di lavoro e professionale.


Mi pare che l'unico che faccia "paura" paura sia l'obbligo alla reciproca fedeltà che però, se ci pensi bene, è il requisito fondamentale per instaurare un rapporto di coppia.
Se decidi di vivere insieme ad una persona e dividere con lei sia le entrate che le spese (se non addirittura assumerti tutte le spese nel caso in cui uno dei due non generi reddito), affidargli la propria salute e la propria vita (perchè in caso di eventi tragici in cui non si può esprimere la propria opinione è il partner a prendere le decisioni al proprio posto), mi pare che l'obbligo di fedeltà sia una clausola che tuteli i propri interessi.

Citazione
fedeltà
fe·del·tà/
sostantivo femminile

1.  Costante rispondenza alla fiducia accordata da altri o a un impegno liberamente assunto, spec. sul piano affettivo.

In pratica ti affidi completamente ad un'altra persona; la clausola che questa non debba tradire la propria fiducia mi sembra il minimo
Forum F1
Corsini, prova a chiudere questo

Quando la forza il culo contrasta, vince il culo e la forza non basta

Offline Mtty

  • La vecchia guardia Forum F1
  • F1
  • **
  • Post: 7439
  • Thank You: 422 / 214
    • Mostra profilo
  • Pilota: Sebastian Vettel
  • Scuderia: Ferrari
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #35 il: 29 Febbraio 2016, 12:33:59 »
Innanzitutto, l'omosessualità (come pure l'eterosessualità) non è una scelta.

Quindi, se parliamo di scelte, bisognerebbe semmai impedire a persone che decidono di avere un figlio quando ormai è tardi di poterlo fare. A Carmen Russo o a Gianna Nannini, per esempio.
Se invece parliamo di "natura", allora bisognerebbe vietare la fecondazione assistita tout court.

Invece la fecondazione assistita non è vietata agli eterosessuali attempati, e nemmeno agli eterosessuali con problemi che impediscono la procreazione "naturale", e nemmeno agli eterosessuali (o presunti tali) single, e nemmeno a persone come Gianna Nannini che rientrano in più di una delle categorie precedenti. Nei casi famosi nasce un dibattito, molti esprimono dubbi e critiche (in alcuni casi anche il sottoscritto), ma nessuno si sogna di impedire a queste persone di fare figli.

Mi sembra allora che il vero "problema" sia l'omosessualità. Ci metto le virgolette perché per me non lo è.




Comunque, tutto questo, come giustamente sottolinea pecora, è fuori tema rispetto al topic, perché le adozioni e la procreazione sono due cose diverse.


 :ave: :ave: :ave:

A parte che i giudici possono liberamente dare questo "diritto".  Io vieterei proprio la possibilità. Quindi se un padre con un figlio di due anni muore il figlio dovrebbe andare al compagno, un perfetto sconosciuto quando magari ci sono i genitori paterni o la stessa madre biologica a volerlo?

sarebbe meno traumatico e più prosecuzione logica, che continui a vivere con uno dei due "papà" (o una delle due mamme) con cui ha sempre vissuto, o che vada in adozione ad un completo estraneo? e sì, la madre biologica è un completo estraneo, dato che non l'ha mai conosciuta...

Offline Mtty

  • La vecchia guardia Forum F1
  • F1
  • **
  • Post: 7439
  • Thank You: 422 / 214
    • Mostra profilo
  • Pilota: Sebastian Vettel
  • Scuderia: Ferrari
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #36 il: 29 Febbraio 2016, 12:37:16 »
@BIK:

Mah, guarda, non capisco perchè al giorno d'oggi molte persone (specialmente i più giovani) sono spaventati dalla parola matrimonio.
Alla fine queste unioni civili omosessuali (al netto dell'adozione del figlio del partner che è stata solo una scelta politica senza nessun senso ed è facilmente aggirabile) garantiscono gli stessi diritti/doveri del matrimonio etero ad accezione dell'obbligo di fedeltà, eppure molte persone chiedono il riconoscimento di questo rapporto anche per le coppie etero. Hanno paura del vincolo di fedeltà o della parola matrimonio?
Se l'istituto del matrimonio come esiste adesso si fosse chiamato unione civile, IMHO, i matrimoni in italia sarebbero triplicati

il vero problema del calo di matrimoni religiosi, è proprio l'obbligo di fedeltà...

si può vedere da:

- meglio così: le persone di oggi non sono più cosi "monogame" e non hanno voglia di impegnarsi, ma se non altro non fanno falsità reprimendosi oppure facendo corna a tutto spiano, sapendo di non voler mantenere un impegno così importante come il "per sempre"

- che delusione: le persone di oggi non hanno più neanche la serietà di mantenere un impegno

Offline ColdHeart

  • Kartista
  • *****
  • Post: 475
  • Thank You: 55 / 51
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #37 il: 29 Febbraio 2016, 12:37:43 »
:ave: :ave: :ave:

sarebbe meno traumatico e più prosecuzione logica, che continui a vivere con uno dei due "papà" (o una delle due mamme) con cui ha sempre vissuto, o che vada in adozione ad un completo estraneo? e sì, la madre biologica è un completo estraneo, dato che non l'ha mai conosciuta...
Ma la madre ed i genitori possono voler quel bambino (o il padre naturale)  a seconda del caso visto che la separazione non implica il più  delle volte di non vedere i figli. 
Un discorso e se entrambe le famiglie lo rifiutano ma se mai ci fosse da legiferare per me il nuovo compagno o compagna dovrebbe essere all'ultimo posto.

Inviato dal mio HUAWEI GRA-L09 utilizzando Tapatalk


Offline Darth "Turbo" Platypus

  • Triumviro
  • F1
  • *
  • Post: 18635
  • Thank You: 712 / 521
  • Passa al lato oscuro Nikka è una bravissima cuoca!
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #38 il: 29 Febbraio 2016, 12:51:33 »
A parte che i giudici possono liberamente dare questo "diritto".  Io vieterei proprio la possibilità. Quindi se un padre con un figlio di due anni muore il figlio dovrebbe andare al compagno, un perfetto sconosciuto quando magari ci sono i genitori paterni o la stessa madre biologica a volerlo?

Allora, ti rispondo al caso specifico del bambino di 2 anni affidato al padre:

se ha vissuto i primi 2 anni con il padre piuttosto che con la madre, non sono così sicuro che la madre lo volesse o che stare con la madre gli facesse bene

piccola spiegazione per farmi capire meglio:

continuando:
se il genitore omosessuale ha deciso di vivere con quella persona, vuol dire che in quella persona riponeva fiducia (la legge prevedeva l'affidamento del figlio in caso di unione civile tra le due persone, quindi il figlio non sarebbe stato affidato al partner se, ad esempio, stavano insieme solo da una settimana. Tra l'altro, involontariamente, sono tornato a parlare di fedeltà, fiducia all'interno di un rapporto di coppia...).

Tra l'altro è interessante notare come hai specificato che si tratta del padre piuttosto che della madre: e se fosse la madre ad essere omosessuale? gli togliamo il figlio e lo affidiamo al padre o ai nonni?

Esistono (purtroppo) un sacco di padri single per i motivi più disparati, questo non vuol dire che si debbano togliere loro i figli ed affidarli a coppie eterosessuali o ai nonni, così come allo stesso modo esistono un sacco di ragazze madri che vengono abbandonate dai compagni non appena scoprono di essere incinte e per le quali vale lo stesso ragionamento.


Analizziamo adesso un altro caso specifico con un bambino di 15 anni:
Se ha vissuto 15 anni con il suo genitore biologico e con il relativo partner (legalmente uniti), perchè privare il bambino del diritto di continuare a vivere con la persona che l'ha accudita pper 15 anni pur non essendo il suo genitore biologico?

Altra ipotesi: succede qualcosa al partner del genitore senza che abbia fatto testamento. Perchè il bambino che ha vissuto con lui/lei per 1 anno, 2, 15 anni dev'essere escluso da un'eventuale eredità in quanto non legalmente suo figlio?
Forum F1
Corsini, prova a chiudere questo

Quando la forza il culo contrasta, vince il culo e la forza non basta

Offline Darth "Turbo" Platypus

  • Triumviro
  • F1
  • *
  • Post: 18635
  • Thank You: 712 / 521
  • Passa al lato oscuro Nikka è una bravissima cuoca!
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #39 il: 29 Febbraio 2016, 13:02:30 »
il vero problema del calo di matrimoni religiosi, è proprio l'obbligo di fedeltà...

si può vedere da:

- meglio così: le persone di oggi non sono più cosi "monogame" e non hanno voglia di impegnarsi, ma se non altro non fanno falsità reprimendosi oppure facendo corna a tutto spiano, sapendo di non voler mantenere un impegno così importante come il "per sempre"

- che delusione: le persone di oggi non hanno più neanche la serietà di mantenere un impegno

appunto, nei matrimoni religiosi.
In quelli civili non compare il termine "per sempre".

L'obbligo di fedeltà è previsto finchè il contratto è valido (ci vogliono circa 6 mesi per poter cessare tale contratto).

Purtroppo la fedeltà è intesa quasi esclusivamente come fedeltà sessuale e le persone, al giorno d'oggi, non sono più tanto certi di voler rimanere sessualmente fedeli al proprio partner, quando non sono così sicuro che al tempo stesso non richiedano tale fiducia.

Però, come ho scritto prima, la fedeltà ad una persona è molto di più e mi sembra un requisito fondamentale nel genere di contratto che si va a stipulare e mi sembra anche corretto tutelarsi legalmente.

Se la mia partner dovesse tradire la mia fiducia (sessuale, economica, personale...) mi sembra giusto poter chiedere la rescissione del contratto in quanto ha violato una clausola (ed eventualmente chiedere anche un risarcimento che senza quella clausola non sarebbe possibile).
Forum F1
Corsini, prova a chiudere questo

Quando la forza il culo contrasta, vince il culo e la forza non basta

Offline ColdHeart

  • Kartista
  • *****
  • Post: 475
  • Thank You: 55 / 51
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #40 il: 29 Febbraio 2016, 13:09:53 »


Allora, ti rispondo al caso specifico del bambino di 2 anni affidato al padre:

se ha vissuto i primi 2 anni con il padre piuttosto che con la madre, non sono così sicuro che la madre lo volesse o che stare con la madre gli facesse bene

piccola spiegazione per farmi capire meglio:

continuando:
se il genitore omosessuale ha deciso di vivere con quella persona, vuol dire che in quella persona riponeva fiducia (la legge prevedeva l'affidamento del figlio in caso di unione civile tra le due persone, quindi il figlio non sarebbe stato affidato al partner se, ad esempio, stavano insieme solo da una settimana. Tra l'altro, involontariamente, sono tornato a parlare di fedeltà, fiducia all'interno di un rapporto di coppia...).

Tra l'altro è interessante notare come hai specificato che si tratta del padre piuttosto che della madre: e se fosse la madre ad essere omosessuale? gli togliamo il figlio e lo affidiamo al padre o ai nonni?

Esistono (purtroppo) un sacco di padri single per i motivi più disparati, questo non vuol dire che si debbano togliere loro i figli ed affidarli a coppie eterosessuali o ai nonni, così come allo stesso modo esistono un sacco di ragazze madri che vengono abbandonate dai compagni non appena scoprono di essere incinte e per le quali vale lo stesso ragionamento.


Analizziamo adesso un altro caso specifico con un bambino di 15 anni:
Se ha vissuto 15 anni con il suo genitore biologico e con il relativo partner (legalmente uniti), perchè privare il bambino del diritto di continuare a vivere con la persona che l'ha accudita pper 15 anni pur non essendo il suo genitore biologico?

Altra ipotesi: succede qualcosa al partner del genitore senza che abbia fatto testamento. Perchè il bambino che ha vissuto con lui/lei per 1 anno, 2, 15 anni dev'essere escluso da un'eventuale eredità in quanto non legalmente suo figlio?

Te ne faccio io uno, genitori biologici separati perché non volevano stare più assieme, entrambi ed entrambe le famiglie vogliono bene al figlio. Se la madre o il padre che lo ha avuto muore per quale motivo deve averne diritto l'omosessuale o la lesbica con cui viveva?
Attenzione, non dico che non debba averlo proprio, ma che in assenza di motivi validi (ad esempio come dicevi tu tossicodipendenza)  dovrebbe essere in fondo alla lista.
Un motivo valido potrebbe essere che non ha parenti vivi,  allora mi sembra logico che piuttosto che farlo finire solo o in un orfanotrofio possa avere questa possibilità.

Specifico inoltre come non c'entri assolutamente nulla il padre che si ritrova single o la ragazza madre abbandonata.  Quelli sono eventi non controllabili dall'uomo. Infatti confermo anche come sia contrario al single che dice "voglio un bambino",  questo non vuol dire che un poveraccio che gli muore la moglie non dovrebbe più crescerlo. Invece in questi casi di cui parliamo si prende in esame la presenza di familiari reali vicini e presenti.



Inviato dal mio HUAWEI GRA-L09 utilizzando Tapatalk


Offline Darth "Turbo" Platypus

  • Triumviro
  • F1
  • *
  • Post: 18635
  • Thank You: 712 / 521
  • Passa al lato oscuro Nikka è una bravissima cuoca!
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #41 il: 29 Febbraio 2016, 13:41:34 »
Te ne faccio io uno, genitori biologici separati perché non volevano stare più assieme, entrambi ed entrambe le famiglie vogliono bene al figlio. Se la madre o il padre che lo ha avuto muore per quale motivo deve averne diritto l'omosessuale o la lesbica con cui viveva?
Attenzione, non dico che non debba averlo proprio, ma che in assenza di motivi validi (ad esempio come dicevi tu tossicodipendenza)  dovrebbe essere in fondo alla lista.
Un motivo valido potrebbe essere che non ha parenti vivi,  allora mi sembra logico che piuttosto che farlo finire solo o in un orfanotrofio possa avere questa possibilità.

Specifico inoltre come non c'entri assolutamente nulla il padre che si ritrova single o la ragazza madre abbandonata.  Quelli sono eventi non controllabili dall'uomo. Infatti confermo anche come sia contrario al single che dice "voglio un bambino",  questo non vuol dire che un poveraccio che gli muore la moglie non dovrebbe più crescerlo. Invece in questi casi di cui parliamo si prende in esame la presenza di familiari reali vicini e presenti.

Ok, proverò a risponderti anche in questo caso basta che non mi riporti i casi di tutti i bambini che in italia vivono in una coppia omosessuale  :asd: :asd:

Allora... intanto dato che la stepchild adoption è stata abolita, il compagno o la compagna del proprio genitore non potrà rivendicare nessun diritto di adozione del bambino

Cmq, in questo caso è un po' più complesso stabilire chi debba finire in fondo alla lista (ma poi da chi sarebbe composta questa fantomatica lista? perchè comprendere i nonni e non, a questo punto, anche gli zii e le zie?  :asd:)


Però mettiamoci nel caso in cui fosse passata e sia il partner/la parter del genitore defunto che il padreo/la madre biologica rivendichino l'adozione del bambino. In questo caso ci sarà un team di esperti (di cui io non faccio parte) che valuterà la scelta migliore per il bambino: se lui aveva un ottimo rapporto anche con il padre biologico (supponendo sia morta la madre) il giudice valuterebbe entrambe le opzioni e...

...no, niente, non ce la faccio: troppe poche informazioni per poter decidere dove mandare questo bambino.

Non mi hai specificato se viveva con la madre e la sua compagna o con il padre e il suo compagno,
Non mi hai specificato se l'altro genitore vive da solo o nel frattempo ha messo su una famiglia,
Non mi hai specificato l'età del minore,
Non mi hai specificato se l'altro genitore vive nella stessa città o se il bambino dovesse andare a vivere in un'altra città o... perchè no... un'altra nazione,

E' inutile andare ad analizzare i casi specifici con tutti gli esempi, ogni caso è una storia a se e sarà valutata da qualcuno (tra l'altro ci stiamo mettendo sempre nell'ipotesi in cui il genitore biologico muore: uno può adottare il figlio del partner anche per concedergli benefici economici come ho scritto prima. Magari c'ha 50 case disseminate in tutte italia e piuttosto che lasciarle ai genitori che da quando s'è dichiarato omosessuale non lo vogliono più vedere, preferisce lasciarle al figlio del partner...)


Pur di non far adottare un bambino di 2 anni dal compagno omosessuale del padre (perchè suvvia, siamo onesti, il problema è principalmente per quanto riguarda l'adozione da parte del partner uomo che tutti identificano con Freddy Mercury. Se il bambino dovesse essere adottato da una donna tutto 'sto problema sarebbe stato ridimensionato).
Dicevo: pur di non far adottare un bambino di 2 anni dal compagno omosessuale del padre, hanno deciso di privare le migliaia di bambini che vivono in una coppia omosessuale (con entrambi i partner vivi) di tutti i diritti che potevano acquisire
Forum F1
Corsini, prova a chiudere questo

Quando la forza il culo contrasta, vince il culo e la forza non basta

Offline fabio336

  • La vecchia guardia Forum F1
  • F1
  • *****
  • Post: 14029
  • Thank You: 257 / 450
    • Mostra profilo
  • Pilota: Fettel
  • Scuderia: Ferrari
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #42 il: 29 Febbraio 2016, 15:16:54 »


State andando fuori tema: la stepchild adoption non consentiva l'adozione "libera" per le coppie omosessuali o la libertà di ricorrere a madri surrogate; la stepchild adoption avrebbe permesso l'adozione del figlio del partner, quindi avrebbe regolarizzato la posizione di bambini che vivono già all'interno di una coppia omosessuale.

Non approvandola, non si è impedito che le coppie omosessuali non possano avere figli, ma si è evitato di dare dei diritti a dei bambini.


E' stata una mera propaganda dire: "abbiamo impedito che le coppie omosessuali possano avere figli"
No, avete impedito che dei bambini che vivono all'interno di una coppia omosessuale (e in italia il loro numero dovrebbe essere intorno al migliaio) non abbiano alcuna sicurezza nel caso in cui dovesse succedere qualcosa al genitore biologico col quale vivevano
ma io sotto infatti ho fatto la domanda
la libertà di ricorrere a madri surrogate c'è già, basta andare all'estero

poi è nata la discussione sulla naturalità
Account  deMassizzato

Offline SeoTFSI

  • GP2
  • *
  • Post: 4337
  • Thank You: 136 / 145
    • Mostra profilo
  • Pilota: Seb Vettel
  • Scuderia: Seb Vettel
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #43 il: 08 Marzo 2016, 02:03:01 »

ritengo che ognuno debba poter fare che cazzo gli pare a patto che non leda il prossimo
e non vedo come due gay/lesbiche/etero che si sposano o adottano qualcuno possano lederlo

Ledono il figlio adottato. Ok al matrimonio, assolutamente no all'adozione.
fanculo :asd:

Offline MarColas

  • La vecchia guardia Forum F1
  • GP2
  • *****
  • Post: 6231
  • Thank You: 141 / 388
    • Mostra profilo
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #44 il: 08 Marzo 2016, 08:32:37 »
Qui nello specifico si stava parlando dell'adozione del figlio del partner, che già fa parte del nucleo familiare ma che, non potendo essere legalmente adottato, viene di fatto privato di diritti e sicurezze.

Offline arkanoid

  • La vecchia guardia Forum F1
  • F1
  • **
  • Post: 7122
  • Thank You: 123 / 528
  • Oink!
    • Mostra profilo
    • Retorto
Impedito una rivoluzione contro-natura
« Risposta #45 il: 08 Marzo 2016, 09:01:41 »
Che ci siano non vuol dire siano giusti.  I bambini non sono diritti né sfizi.  Addirittura ho letto che vorrebbero concederne l'affidamento a single? Io ci vedo declino non progresso. Ognuno fa le sue scelte nella propria vita.  Essere o scoprire o diventare omosessuale implica la non possibilità di avere figli. Non perché lo dice dio o la religione, per natura. E dire "voglio un figlio"  e lo specchio della degenerazione dell'apparire e della futilità della società di oggi. Come se Andrea Bocelli volesse pilotare un aereo e qualcuno vuol fare una legge per non "discriminarlo".
Regolamentare i diritti di persone sia etero che omo in base alle loro scelte da adulti era un diritto ed un dovere. 
I bambini, ripeto, non sono un diritto.

Inviato dal mio HUAWEI GRA-L09 utilizzando Tapatalk



non hai capito niente della questione, quindi i media hanno fatto un buon lavoro. La legge andava a tutelare situazioni che esistono, e che adesso, per colpa di questa deficienza, non saranno tutelate. Chi ci ha perso sono proprio i bambini che sono già viventi.
Ragazzo onesto e pulito offresi per prestazione occasionale in tracciato qualsivoglia, disposto a trasferte, parla correttamente italiano, inglese e meccanico. Astenersi cercasoldi. http://www.panoramio.com/user/180107